Come usare correttamente la piastra per capelli

La piastra per capelli può essere molto utile per curare la propria capigliatura, a patto di usarla con un certo criterio. Non adottando gli opportuni accorgimenti, anzi, può anche contribuire a rovinarla, rendendo non solo inutili i soldi investiti per acquistarne una, ma anche deleteria l’operazione.
Proprio per evitare di spendere male i propri soldi consigliamo in via preliminare di conoscere meglio la piastra per capelli, anche perché in commercio ne esistono molte e la grande varietà dei modelli presenti sugli scaffali delle rivendite può infine generare confusione. Uno dei modi migliori per approfondire la propria conoscenza in tal senso è navigare alle pagine di  guidapiastrapercapelli.it, un sito che presenta informazioni esaurienti e tali da guidare l’utente nella migliore scelta possibile.

I suggerimenti per l’utilizzo della piastra per capelli

I suggerimenti per poter usare al meglio la piastra per capelli si dividono in tre categorie: preliminari, per la stiratura e dopo il trattamento.
Tra quelli preliminari occorre ricordare:

  • la pulizia dei capelli prima di trattarli con la piastra, in modo da tirarne fuori la massima lucentezza;
  • l’utilizzazione di una piccola quantità di balsamo, che può contribuire a districare meglio i nodi e favorire in tal modo un passaggio più fluido e veloce della piastra;
  • l’uso di latte lisciante per chi abbia capelli particolarmente crespi e spessi, in modo da favorire la lisciatura;
  • la perfetta asciugatura dei capelli dopo averli lavati.

Per quanto concerne i suggerimenti tesi a migliorare il risultato nel corso della stiratura, ricordiamo invece:

  • l’impostazione della migliore temperatura possibile, tenendo conto del fatto che il calore eccessivo può arrecare danni al capello;
  • la suddivisione dei capelli in ciocche, partendo da quelle sottostanti per poi risalire verso l’alto, evitando di avvicinarsi troppo alla cute e di soffermarsi sulle punte;
  • non esagerare con le passate, soprattutto sulle punte, che rappresentano il punto più delicato della capigliatura.

Infine i suggerimenti per la fase successiva alla stiratura, tra i quali occorre sottolineare:

  • l’utilizzo di lacche o fissanti può essere inutile per i capelli grossi, ma risultare utile nel caso di quelli più fini che, a causa della struttura, possono perdere rapidamente l’aspetto liscio ottenuto;
  • l’utilizzo di semi di lino sulle punte, in quanto possono aiutare a riequilibrare con notevole dolcezza l’idratazione e a mantenere sani i capelli. Occorre però utilizzare prodotti naturali ed evitare in modo particolare il silicone, il quale crea una sorta di maschera che pur apparendo sana e lucente va in pratica a mascherare eventuali danni che siano stati apportati alla capigliatura rivelandosi in tal modo deleterio.