Lavastoviglie da incasso, ciclo standard e classi di asciugatura

Cos’è il ciclo di lavaggio standard in una lavastoviglie da incasso? In genere è quello più lungo, quello che dura più degli altri anche se i tempi variano da macchina a macchina. Per questo tipo di programma, se possibile, è consigliabile attivare la lavastoviglie in notturna, specialmente se si dispone della tariffa bio-oraria e si vuole risparmiare sui consumi. In genere, il ciclo standard dura dai 190 ai 210 minuti, per quanto le ultime lavastoviglie da incasso abbiano programmi più brevi. Dopo i cicli di lavaggio si procede all’asciugatura dove è presente una classe di efficienza variabile dalla A alla G. In questa scala di valori A è in cima alla scala, mentre la G è al gradino più basso di efficienza. Generalmente, sul mercato si trovano quasi tutte lavastoviglie in classe A, come anche gli altri elettrodomestici, proprio nel rispetto delle normative comunitarie, ormai le fasce inferiori di classe energetica si possono trovare soltanto nei modelli più datati.

In ogni caso, non esiste un tempo, un metodo di asciugatura e dei consumi standard, dipende tutto dal tipo di modello che si utilizza e dal suo funzionamento che si divide nei seguenti metodi:

Condensazione naturale

Condensatore (o scambiatore di calore)

Ventilazione

Scarico esterno.

Per condensazione naturale si intende un metodo che sfrutta la condensa generata dal vapore sulle pareti della macchina, in questo caso si ha un consumo energetico minimo, per quanto i tempi di asciugatura siano più lunghi degli altri sistemi.

Nel secondo caso si ha uno scambiatore di calore (o condensatore) che accelera la condensazione, portando anche qui a consumi ridotti. In certi casi l’acqua di condensazione viene rimessa in circolo.

Nei modelli a convezione una ventola interna alla lavastoviglie velocizza i tempi, più corti rispetto agli altri apparecchi. Infine, in alcuni modelli a scarico esterno si può aprire la porta automatica per far fuoriuscire il vapore tutto d’un colpo, un sistema che azzera i consumi ma, a lungo andare, può deteriorare gli arredi in legno che si trovano in prossimità della lavastoviglie per via dell’umidità accumulata. Ventole e condensatori a corrente consumano di più, ma in compenso garantiscono una resa migliore e in tempi rapidi.